Do NOT follow this link or you will be banned from the site!

 

  

         

Circolare N. 556 - 18/05/2021

Covid-19: modifiche agli spostamenti da e verso l’estero

Per i Paesi dell'elenco C è sospeso l'obbligo di quarantena.Confermati, invece, il tampone e la quarantena per i Paesi dell'elenco D ed E e le misure per il Brasile.

Con l’ordinanza del 14 maggio il Ministero della Salute ha fissato nuove regole valide dal 16 maggio fino al 30 luglio 2021 per chi fa ingresso in Italia.
Chiunque entri nel territorio nazionale arrivando da Stati classificati negli elenchi B, C, D ed E, prima dell’ingresso deve compilare un modulo di localizzazione digitale e darne prova al vettore o a chiunque sia deputato ad effettuare controlli. Con una apposita circolare della Direzione Generale della Prevenzione del Ministero della Salute saranno definiti l’ambito e la tempistica di utilizzo del modulo digitale che sostituirà quello cartaceo ad oggi in uso. L’autodichiarazione cartacea potrà essere utilizzata solo in caso di impedimento tecnologico alla compilazione del modulo digitale.
L’Allegato 20 del DPCM 2 marzo 2021 classifica i Paesi stranieri in cinque gruppi. A seconda della classificazione sono previste nuove differenti misure per l’ingresso in Italia.
1)Ingresso da Paesi elenco C: L’ordinanza conferma l’obbligo di presentare al vettore all'atto dell'imbarco e a chiunque sia deputato ad effettuare controlli, la certificazione verde Covid-19 rilasciata o riconosciuta ai sensi dell'art. 9, comma 2, lettera c), D.L. 22 aprile 2021, da cui risulti di essersi sottoposto ad un test molecolare o antigenico nelle 48 ore antecedenti all'ingresso nel territorio nazionale.

    • In caso di mancata presentazione della certificazione sarà necessario sottoporsi all’isolamento fiduciario per dieci giorni ed effettuare un ulteriore test molecolare o antigenico al termine di tale periodo.

A condizione che non insorgano sintomi di Covid-19, tali misure non si applicano nei casi previsti dall’art. 51,7 lettere a), b), c), f), g), l), m), n), o), tra cui rientrano gli spostamenti per motivi di lavoro per un periodo inferiore a 120 ore.
Resta sempre valido l’obbligo di comunicare immediatamente il proprio ingresso in Italia al dipartimento di prevenzione dell’azienda sanitaria competente per territorio.
Per gli spostamenti da Israele, Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del nord (compresi Gibilterra, Isola di Man, Isole del Canale e basi britanniche nell'isola di Cipro), si applicano le regole previste per i paesi dell’elenco C.
2)Ingresso da Paesi elenchi D o E: Chi, negli ultimi 14 giorni, ha soggiornato o transitato in Paesi del gruppo D o E potrà fare ingresso in Italia

  • a.presentando al vettore all'atto dell'imbarco e a chiunque sia deputato ad effettuare controlli l’esito negativo del test molecolare o antigenico, effettuato nelle 72 ore antecedenti
    b.sottoponendosi all’isolamento fiduciario per 10 giorni ed effettuando un ulteriore test molecolare o antigenico al termine di tale periodo.

A condizione che non insorgano sintomi di Covid-19, tali misure non si applicano nei casi previsti dall’art. 51,7 lettere a), b), c), f), g), l), m), n), o), tra cui rientrano gli spostamenti per motivi di lavoro per un periodo inferiore a 120 ore.
Resta sempre valido l’obbligo di comunicare immediatamente il proprio ingresso in Italia al Dipartimento di prevenzione dell’azienda sanitaria competente per territorio.
Per gli spostamenti dal Canada, Giappone e Stati Uniti d'America, si applicano le regole previste per i paesi dell’elenco D.
3)Brasile: chiunque abbia soggiornato o transitato in Brasile negli ultimi 14 giorni, può fare ingresso in Italia solo se:

  • a)ha la residenza anagrafica in Italia da data anteriore al 13 febbraio 2021
    b)intende raggiungere il domicilio, l'abitazione o la residenza dei figli minori, del coniuge o della parte di unione civile
    c)abbia ricevuto autorizzazione del Ministero della salute, per inderogabili motivi di necessità

In tutti questi casi, salvo l’insorgenza di sintomi di COVID-19 e adempiendo agli obblighi dichiarativi, l’ingresso in Italia è subordinato a:

  • i)tampone (molecolare o antigenico) effettuato nelle 72 ore antecedenti all'ingresso
    ii)tampone (molecolare o antigenico) da effettuarsi all'arrivo in aeroporto, porto o luogo di confine, ove possibile, ovvero entro 48 ore dall'ingresso in Italia presso l’autorità sanitaria di riferimento
    iii)quarantena di dieci giorni
    iv)tampone (molecolare o antigenico) al termine della quarantena

Gli obblighi di quarantena (punto iii) e di tampone al termine dei 10 giorni (punto iv), non si applicano ai soggetti rientranti in una delle seguenti categorie:

  • i)chiunque faccia ingresso in Italia per un periodo non superiore alle 120 ore per comprovate esigenze di lavoro, salute o assoluta urgenza
    ii)personale di imprese ed enti aventi sede legale o secondaria in Italia per spostamenti all'estero per comprovate esigenze lavorative di durata non superiore a 120 ore
    iii)funzionari UE, diplomatici, personale militare, ecc.

Resta sempre valido l’obbligo di comunicare immediatamente il proprio ingresso in Italia al Dipartimento di prevenzione dell’azienda sanitaria competente per territorio.
Fermi l’insorgenza di sintomi di COVID-19 e gli obblighi dichiarativi, l'equipaggio e il personale viaggiante dei mezzi di trasporto di persone e merci in arrivo dal Brasile è soggetto solo all’obbligo di tampone (molecolare o antigenico), da effettuarsi all'arrivo in aeroporto, porto o luogo di confine, ove possibile, ovvero entro 48 ore dall'ingresso in Italia presso l’autorità sanitaria di riferimento.

 

Funzionari di riferimento: Paola Grassi, Caterina Salemme

______
______
CONFINDUSTRIA COMO
Via Raimondi 1 22100 Como
tel 031 23 41 11
fax 031 23 42 50
 

confindustriacomo@confindustriacomo.it
confindustriacomo@pec.confindustriacomo.it
ORARIO DI APERTURA UFFICI:
dal lunedí al Giovedí:
08.30 - 13.00 / 14.00 18.00
il Venerdí:
08.30 - 13.00 / 14.00 17.00

Come Raggiungerci
Privacy Cookie
Informativa Privacy
RDP - DPO
Trasparenza Erogazioni Pubbliche - Legge n.124/2017
-->
Designed by Ovosodo - Powered by TIM Informatica - © 2017 Via Raimondi, 1 - 22100 Como tel +39 031234111 fax +39 031234250 C.F. 80010020131 e-mail: confindustriacomo@confindustriacomo.it pec: confindustriacomo@pec.confindustriacomo.it
Questo sito utilizza cookie tecnici al fine di garantire la normale navigazione e fruizione del sito.
La prosecuzione della navigazione determina il tacito consenso all'uso dei cookie.     ACCETTA     APPROFONDISCI