Do NOT follow this link or you will be banned from the site!

 

  

         

Circolare N. 700 - 08/06/2020

Decreto “Rilancio”: ulteriori modifiche al credito d’imposta per investimenti pubblicitari

Le ulteriori modifiche al credito d’imposta per investimenti pubblicitari contenute nel Decreto c.d. “rilancio” pubblicato in Gazzetta Ufficiale.

Con apposito Decreto-Legge del 19 maggio 2020, pubblicato il medesimo giorno sulla Gazzetta Ufficiale ed entrato in vigore lo stesso giorno della sua pubblicazione, sono state emanate misure urgenti in materia di salute, sostegno al lavoro e all’economia, nonchè di politiche sociali connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19.
Il decreto in esame rafforza ulteriormente il regime straordinario del credito d’imposta per investimenti pubblicitari previsto per il 2020 dal D.L. 18/2020.
Si ricorda che l’art. 98 del D.L. 18/2020 ha introdotto il nuovo comma 1-ter all’art. 57-bis del D.L. 50/2017 convertito, prevedendo, in sostanza, un regime straordinario limitatamente al 2020 per il credito d’imposta per investimenti pubblicitari. Il D.L. c.d. “Rilancio” sostituisce ora integralmente il citato comma 1-ter.
Ferme restando le condizioni e i soggetti beneficiari dell’agevolazione, viene, in sostanza, modificata la misura dell’agevolazione.
Per i profili non derogati dalla disposizione in commento continuano a trovare applicazione le norme recate dal DPCM 16 maggio 2018, n. 90.
Limitatamente al 2020, il credito d’imposta è concesso nella misura unica del 50% (ulteriormente maggiorata quindi rispetto al 30% inizialmente previsto dal D.L. 18/2020) del valore degli investimenti effettuati, nel tetto massimo di spesa di 60 milioni di euro.
L’agevolazione è riconosciuta nella misura del 50% del complesso degli investimenti pubblicitari effettuati nel 2020, e non, quindi, sui soli investimenti incrementali.
Il Dipartimento per l’informazione e l’editoria ha chiarito che l’espresso riferimento dell’art.1-ter dell’art. 57-bis del D.L. 50/2017 al “valore degli investimenti pubblicitari effettuati” (non modificato dal D.L. c.d. “Rilancio”), in assenza di un qualsivoglia richiamo al loro valore incrementale, fa venir meno, per l’anno 2020, il presupposto dell’incremento minimo dell’1% dell’investimento pubblicitario, rispetto all’investimento dell’anno precedente, quale requisito per l’accesso all’agevolazione fiscale.
Ci comporta che, limitatamente all’anno 2020, possono accedere all’agevolazione anche i soggetti:

  • che programmano investimenti inferiori rispetto a quelli effettuati nel 2019;
  • che nell’anno 2019 non abbiano effettuato investimenti pubblicitari;
  • che hanno iniziato la loro attività nel corso dell’anno 2020.

Vengono inoltre confermati i nuovi termini di presentazione della comunicazione già previsti dal D.L. 18/2020: per l’anno 2020, la comunicazione telematica per l’accesso al credito ex art. 5 c. 1 del DPCM 16 maggio 2018 deve essere presentata dal 1 al 30 settembre 2020.
Restano comunque valide le comunicazioni telematiche trasmesse dal 1 marzo 2020 al 31 marzo 2020 (periodo di presentazione “ordinario”).

Funzionario di riferimento: Michele Meroni


Riferimenti:

 

______
______
CONFINDUSTRIA COMO
Via Raimondi 1 22100 Como
tel 031 23 41 11
fax 031 23 42 50
 

confindustriacomo@confindustriacomo.it
confindustriacomo@pec.confindustriacomo.it
ORARIO DI APERTURA UFFICI:
dal lunedí al Giovedí:
08.30 - 13.00 / 14.00 - 18.00
il Venerdí:
08.30 - 13.00 / 14.00 - 17.00

Come Raggiungerci
Privacy Cookie
Informativa Privacy
RDP - DPO
Trasparenza Erogazioni Pubbliche - Legge n.124/2017
-->
Designed by Ovosodo - Powered by TIM Informatica - © 2017 Via Raimondi, 1 - 22100 Como tel +39 031234111 fax +39 031234250 C.F. 80010020131 e-mail: confindustriacomo@confindustriacomo.it pec: confindustriacomo@pec.confindustriacomo.it
Questo sito utilizza cookie tecnici al fine di garantire la normale navigazione e fruizione del sito.
La prosecuzione della navigazione determina il tacito consenso all'uso dei cookie.     ACCETTA     APPROFONDISCI